Graphic Design & Web Design per la comunicazione di Avvistamenti (non) è un Festival XVII edizione

Anche quest’anno lo studio Labbestia cura il progetto grafico per l’evento Avvistamenti (non) è un Festival XVII edizione organizzato dal Cineclub Canudo di Bisceglie.

Parte la diciassettesima edizione di Avvistamenti (non) è un Festival e, negli stessi giorni, la VII edizione di Sonimage – Rassegna di Suoni Immagini, organizzati dal Cineclub Canudo che si terrà dal 27 al 29 dicembre 2019, nella sede del Laboratorio Urbano Palazzo Tupputi (2° piano) a Bisceglie, in via Cardinale Dell’Olio, con la direzione artistica di Antonio Musci e Daniela Di Niso,

Per il festival Avvistamenti (non) è un Festival, in programma alle ore 19 del 27, 28 e 29 dicembre, la rassegna Made in Italy, curata da Antonio Musci e dal filmaker Giuseppe Boccassini, con la proiezione di 11 cortometraggi sperimentali e un documentario.

 

Campagna affissioni Avvistamenti (non) è un Festival

 

Il 27 dicembre alle ore 19 la rassegna Made in Italy prevede la proiezione dei corti In Fieri (07:21, Italia, 2018) di Benedetta Sani, Eco e Superficie (04:35, Italia, 2018) di Fabio Scacchioli e Vincenzo Core (prodotto dal Cineclub Canudo nel 2018 nell’ambito del progetto Avvistamenti Workshops), Oscillation (07:05, Italia, 2019) di Salvatore Insana, The secret sharer (17:24, Italia, 2017) di Filippo Ticozzi, Naturartificiale (04:23, Italia, 2016) di Carmine Bocchetti, Le – Toi – Ile (13:00, Italia, 2019) di Alberto Baroni.

Il 28 alle ore 19 si parte con la proiezione di Coma Berenices (05:45, Italia, 2018) di Morgan Menegazzo e Mariachiara Pernisa (prodotto dal Cineclub Canudo nel 2018 nell’ambito del progetto Avvistamenti Workshops),Vaghe Stelle: Alioth (05:15, Italia, 2018) di Mauro Santini,éléments 1, 2, 3 (07:30, Francia, 2017) di Tomaž Burlin, So That’s That (15:43, Italia, 1968) di Gianfranco Brebbia,The Sound Drifts (08:20, Francia, 2019) di Stefano Canapa.

Infine il 29, alle 19, ci sarà la proiezione del lungometraggio di Raffaella Rivi, Più de la vita (75:00, Italia, 2019), che racconta 4 decenni del percorso artistico di Michele Sambin, pioniere della videoarte, ideatore di performance, spettacoli teatrali, opere pittoriche e partiture sonore. L’impresa artistica di Sambin incrocia e sperimenta le diverse tecnologie nel loro evolversi, dal video analogico alla pittura digitale, dagli strumenti tradizionali alla musica elettronica. Attraverso le opere d’archivio e il lavoro quotidiano dell’artista, il film offre uno sguardo diretto sull’arte intesa come lavoro concreto che attraversa il tempo e trasforma lo spazio.

Per la rassegna Sonimage, curata da Antonio Musci e dal compositore Gabriele Panico, alle ore 21 degli stessi giorni, in programma sei performance intermediali (sonorizzazioni, improvvisazioni sonore tra poesia, performance, video e cinema sperimentale), che vedranno protagonisti filmaker, videomaker, musicisti, compositori e performer.

Si comincia il 27 dicembre, alle ore 21, con le performance audiovisive Balance(30:00, Italia, 2019) di Alessandro Vangi e, a seguire, Sketches of E(r)go (30:00, Italia 2019) di Marco Malasomma/BinaryCodedBrain.

Il 28 alle ore 21 in programma Canti Neri (30:00, Italia, 2019), una multiproiezione 16mm e improvvisazione sonora di Samira Guadagnuolo e Tiziano Doria, cui seguirà la performance poetaudiovisiva Videosuonopoesia lunare (30:00, Italia, 2019) di Vittorino Curci e Igor Imhoff.

Gran finale il 29 dicembre alle 21, con il film concerto La Pelle del Tempo (15:00, Italia, 2019) di Salvo Cuccia, seguito dalla performance per suoni, voce e segni + di Più = 3(45:00, Italia, 2019) di Pierangela Allegro, Gabriele Panico e Michele Sambin.

Complessivamente, tra Made in Italy e Sonimage saranno coinvolti circa 25 artisti tra i più interessanti nel panorama della sperimentazione audiovisiva contemporanea.

Nei tre giorni del festival, durante gli orari di apertura al pubblico, sarà possibile visitare il progetto espositivo Avvistamenti in Mostra, con l’esposizione di tutte le locandine realizzate a partire dalla prima edizione.

Tutti gli eventi in programma per Avvistamenti (non) è un Festival sono gratuiti e a ingresso libero.

 

Manifesto Avvistamenti (non) è un Festival

 

27 DICEMBRE
ORE 19.00

Proiezioni / MADE IN ITALY

a cura di Giuseppe Boccassini e Antonio Musci

Benedetta Sani

In Fieri (07:21, Italia, 2018)

Fabio Scacchioli, Vincenzo Core

Eco e Superficie (04:35, Italia, 2018)

Salvatore Insana

Oscillation (07:05, Italia, 2019)

Filippo Ticozzi

The secret sharer (17:24, Italia, 2017)

Carmine Bocchetti

Naturartificiale (04:23, Italia, 2016)

Alberto Baroni

LE – TOI – ILE (13:00, Italia, 2019)

 

27 DICEMBRE
ORE 21.00

Sonorizzazioni / SONIMAGE

a cura di Gabriele Panico e Antonio Musci

Alessandro Vangi

Balance (30:00, Italia, 2019)

PERFORMANCE AUDIOVISIVA

Marco Malasomma/BinaryCodedBrain

Sketches of E(r)go (30:00, Italia 2019)

PERFORMANCE AUDIOVISIVA

 

Pieghevole programma Avvistamenti (non) è un Festival

 

28 DICEMBRE
ORE 19.00

Proiezioni / MADE IN ITALY

a cura di Giuseppe Boccassini e Antonio Musci

That’s That

L’avvicinamento all’altrove è un vagabondaggio nelle reiterazioni del macchinico come deriva di pura luce in movimento verso l’invisibile. G.B.

Morgan Menegazzo, Mariachiara Pernisa

Coma Berenices (05:45, Italia, 2018)

Mauro Santini

Vaghe Stelle: Alioth (05:15, Italia, 2018)

Tomaz Burlin

Éléments 1, 2, 3 (07:30, Francia, 2017)

Gianfranco Brebbia

So That’s That (15:43, Italia, 1968)

Stefano Canapa

The Sound Drifts (08:20, Francia, 2019)

 

28 DICEMBRE
ORE 21.00

Sonorizzazioni / SONIMAGE

a cura di Gabriele Panico e Antonio Musci

Samira Guadagnuolo, Tiziano Doria

Canti Neri (30:00, Italia, 2019)

MULTIPROIEZIONE 16MM E IMPROVVISAZIONE SONORA

Vittorino Curci, Igor Imhoff

Videosuonopoesia lunare (30:00, Italia, 2019)

PERFORMANCE POETAUDIOVISIVA

 

Sito Avvistamenti (non) è un Festival

 

29 DICEMBRE
ORE 19.00

Proiezioni / MADE IN ITALY

a cura di Giuseppe Boccassini e Antonio Musci

Raffaella Rivi

Più de la vita (75:00, Italia, 2019)

Il film racconta in una dimensione intima e concreta, quattro decenni del percorso artistico di Michele Sambin, pioniere della video arte, ideatore di performances, spettacoli teatrali, opere pittoriche e partiture sonore. L’impresa artistica di Sambin incrocia e sperimenta le diverse tecnologie nel loro evolversi, dal video analogico alla pittura digitale, dagli strumenti tradizionali alla musica elettronica. Attraverso le opere d’archivio e il lavoro quotidiano dell’artista, il film offre uno sguardo diretto sull’arte intesa come lavoro concreto che attraversa il tempo e trasforma lo spazio.

 

29 DICEMBRE
ORE 21.00

Sonorizzazioni / SONIMAGE

a cura di Gabriele Panico e Antonio Musci

Salvo Cuccia

La Pelle del Tempo (15:00, Italia, 2019)

FILM CONCERTO

Pierangela Allegro, Gabriele Panico, Michele Sambin

+ di Più = 3 (45:00, Italia, 2019)

PER SUONI, VOCE E SEGNI

 

Banner Avvistamenti (non) è un Festival

 

Cliente: Avvistamenti (non) è un Festival, Bisceglie (BA)
Servizi: Identity, Campagna di Cominicazione, Graphic Design, Web Design
Anno: 2019
Sitowebwww.avvistamenti.it
Art Director & Graphic Design: Stefano Ciannamea & Serena Zanchi


Scopri il progetto completo realizzato dallo studio grafico Labbestia o contattaci per un preventivo gratuito!